skip to Main Content

Turingi e Franchi: fine del IV secolo – VII secolo d.C.

Slavische Siedlung, Rekonstruktion der Siedlung Weimar-West, Bild Artus Atelier

Insedia­mento slavo, ricostruzione dell’insediamento di Wei­mar-West, imma­gine: Artus Atelier

Voglia di viaggiare –  Migrazioni delle popolazioni germaniche e un nuovo regno

Import­anti rit­ro­va­menti arche­olo­gici e i doc­u­menti stor­ici get­tano luce sulla soci­età tri­bale dei Turingi e sul Regno della Turingia che emerse nel V secolo.

Le armi dalle tombe della Turingia e gli sfar­zosi gioi­elli trovati insieme alla “Dama di Oßmannstedt” rivelano con­t­atti con gli Unni e gli Ostrogoti. L’artigianato, la gioi­el­leria, il vas­el­lame e gli stru­menti, insieme a una tomba con carro di una nobil­donna a Erfurt-Gis­persleben, mostrano l’indipendenza e la viva­cità del regno.

Una lam­entazione attribuita a Redegunda, nipote del re di Turingia, offre import­anti inform­azioni sulla caduta del Regno di Turingia nel 531, un cap­it­olo import­ante della storia della Ger­mania. Una riproduzione del suo letto fun­ebre nell’Abbazia della santa Croce a Poit­i­ers si può vedere nel museo.

La cres­cente integ­razione delle élite nel Regno dei Fran­chi ori­ent­ali è dimostrata dai ric­chi corredi delle tombe di apparten­enti alla nobiltà in Turingia per tutto il VII secolo. Sotto l’influenza dei Fran­chi, il cris­ti­anes­imo si dif­fuse e si raf­forzò in Turingia nel VII secolo; un cam­bia­mento che si rif­letté anche negli ele­menti sim­bol­ici dell’abbigliamento turin­gio.

×Close search
Cerca